Lead independent director

Già dal novembre 2005, al fine di valorizzare ulteriormente il ruolo degli amministratori indipendenti, il Consiglio di Amministrazione ha deciso di introdurre la figura del Lead Independent Director.

Il Lead Independent Director (individuato nel Consigliere indipendente Carlo Secchi, Presidente del Comitato per il Controllo Interno, per i Rischi e per la Corporate Governance) costituisce il punto di riferimento e coordinamento delle istanze e dei contributi dei Consiglieri indipendenti.
In questa veste, il Lead Independent Director:

  • collabora con il Presidente del Consiglio di Amministrazione per il miglior funzionamento del Consiglio stesso;
  • ha la facoltà di convocare, autonomamente o su richiesta di altri consiglieri, riunioni – anche informali - dei soli amministratori indipendenti su tematiche inerenti il funzionamento del Consiglio di Amministrazione in particolare e il Sistema di Governo Societario più in generale, con la possibilità altresì di invitare esponenti del management per un confronto con la struttura organizzativa;
  • collabora con il Presidente del Consiglio di Amministrazione al fine di garantire che gli amministratori siano destinatari di flussi informativi completi e tempestivi.

Il Lead Indipendent Director, nell’esercizio delle sue attribuzioni, può avvalersi della collaborazione del Segretario del Consiglio di Amministrazione.
Il Lead independent Director, nell’ambito del mandato sino alla Data della Relazione, ha partecipato a tutte le riunioni del Consiglio di Amministrazione, a tutte le riunioni del Comitato per il Controllo Interno e per la Corporate Governancee del Comitato Strategie di cui è componente, e, come per il passato, anche per l’Esercizio 2011 è stato costantemente in contatto con il Presidente del Consiglio di Amministrazione proprio al fine di un costante miglioramento del processo di informativa consiliare.
Il Lead independent Director ha poi organizzato nel corso dell’esercio 2011 tre riunioni di soli amministratori indipendenti per approfondire, come detto in precedenza, tematiche inerenti il sistema di corporate governance della Società confermando, come ormai di prassi, la loro particolare attenzione al sistema di autovalutazione del Consiglio di Amministrazione e ai meccanismi di remunerazione.